cantiere del paesaggio al Roccolo di Spisso

Prendono avvio a metà settimana i Cantieri del paesaggio, veri e propri laboratori all’aperto promossi dall’Ecomuseo delle Acque del Gemonese e dal GAL Open Leader nell’ambito di un progetto di cooperazione interterritoriale che vede coinvolti altri ecomusei friulani e umbri. L’obiettivo è il recupero di attività e mestieri tradizionali e la valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico locale. I contesti su cui si svilupperanno gli interventi saranno due: i roccoli e i muretti a secco.

Il primo cantiere, aperto al pubblico e della durata di alcuni giorni, riguarderà la gestione e manutenzione del Roccolo di Spisso nel Comune di Montenars con dimostrazione pratica delle tecniche e degli strumenti utilizzati per la potatura del carpino bianco (çàmar in friulano), la specie vegetale utilizzata per dare forma all’impianto. Si tratterà a tutti gli effetti di un breve corso di “arte topiaria”, quella particolare tecnica che consiste nel dare una forma geometrica ad alberi e arbusti, diversa da quella assunta normalmente dalle piante, in questo caso per disporre di un boschetto artificiale che fosse funzionale alla cattura degli uccelli.

Il roccolo in questione è stato piantato da Luigi Zanitti, detto Spisso per il pizzetto che portava, a metà del secolo scorso dopo anni di lavoro: è uno dei più estesi e articolati del territorio di Montenars, insistendo su una superficie totale di 13 mila mq per un perimetro di 170 ml. Lo costituiscono tre anelli posti a livelli diversi con un lungo corridoio che collega il cerchio intermedio a quello inferiore. La vastità dell’impianto ha sempre richiesto una gestione continua e capillare. Alla potatura, effettuata manualmente facendo uso degli strumenti tradizionali, si aggiungono gli interventi di manutenzione straordinaria come il rinnovo e la sostituzione degli alberi secchi o deperiti.

Partecipazione gratuita, per iscriversi chiamare il 338 7187227

Annunci
Digressione | Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.